DOCUMENTI NECESSARI PER L’ELABORAZIONE DEL MODELLO UNICO

 

Il modello Unico è il modello ordinario di dichiarazione dei redditi, tale modello può essere utilizzato da tutti i contribuenti, sia persone fisiche sia persone giuridiche sia enti no profit.

Il Modello Unico Persone Fisiche (Unico PF)

ll contribuente può effettuare direttamente la compilazione del modello ed i calcoli dei versamenti, che devono essere effettuati sempre tramite il modello F24. Nel caso non sia in grado di effettuare in autonomia tutte le operazioni richieste per l’elaborazione e la presentazione del modello, può richiedere assistenza ai CAF, ai professionisti e agli Uffici dell'Agenzia delle Entrate appositamente abilitati a svolgere questa attività.  Se presentato ad un CAAF, questo non ha l’obbligo del visto di conformità.

Può essere utilizzato:

-       Se si è fiscalmente residenti all’estero nell’anno di presentazione e in quello precedente;

-       Se si è titolari di partita IVA;

-       Se si è soci di una società di persone;

-       Per la dichiarazione del contribuente deceduto presentata da uno degli eredi.

Il Modello Unico non può essere presentato in forma congiunta fra i coniugi.

Il CAAF CGIL LAZIO, in particolare, assiste nella compilazione del Modello Unico i soggetti che NON sono titolari di Partita IVA.

Si ricorda che a partire dal 2013 anche i lavoratori dipendenti senza sostituto d’imposta, in alternativa al Modello Unico, possono presentare  il Modello 730.

Sono obbligati a presentare il modello Unico anche quei contribuenti che hanno già presentato il modello 730 ma che devono dichiarare altri redditi non previsti in quel modello, in particolare attraverso il modello Unico devono essere comunicati all’Erario i Beni Immobili e le attività finanziarie (titoli e conti correnti) detenute all’estero ed effettuare il relativo versamento delle imposte patrimoniali previste, IVIE ed IVAFE.

PRINCIPALI DOCUMENTI NECESSARI:

  • Documento d’identità valido per eventuali autocertificazioni.
  • Copia  Tessera Sanitaria del dichiarante, del coniuge e dei familiari a carico.
  • Dati anagrafici aggiornati (telefono, cellulare, email).
  • Dichiarazione dei redditi dell’anno precedente (con ricevuta di presentazione) o in assenza CUD dell’anno precedente.
  • Per gli iscritti alla CGIL: Tessera CGIL.
  • Documentazione relativa ai redditi percepiti nell’anno precedente: CUD anche del coniuge e dei familiari a carico (per i contribuenti che nell’anno precedente hanno percepito l’indennità di disoccupazione, di mobilità, di maternità e per la Cassa Integrazione Guadagni, il mod. CUD deve essere richiesto all’INPS).
  • Certificazione redditi prodotti all’estero.
  • Dichiarazione del sostituto d’imposta per rimborsi non liquidati al contribuente, derivanti dal Mod. 730, e non indicati nel CUD.
  • Certificazione redditi e pensioni estere percepite nell’anno precedente.
  • Certificazione degli utili o dei proventi equiparati percepiti nell’anno precedente.
  • Certificazione dei compensi per prestazioni occasionali percepiti nell’anno precedente.
  • Modelli F24 attestanti tutti i versamenti effettuati nell’anno precedente.
  • Ogni altra documentazione attestante la percezione di redditi (borse di studio, assegno di mantenimento dall’ex coniuge, ecc.).
  • Visura catastale.
  • Atti notarili o contratti di compravendita, donazione, divisione, successione.
  • Contratti di locazione Legge 431/98.
  • Canone da immobili affittati.

 

 

 

 

app online            domande